126 – Adozione libri di testo 2018-2019

LICEO SCIENTIFICO STATALE
“JOHN FITZGERALD KENNEDY”
Via Nicola Fabrizi n. 7 – 00153  ROMA – Distretto IX

Roma, 26/4/2018

Circolare n. 126
Oggetto: Adozione libri di testo 2018-2019
Destinatari:Docenti, Coordinatori, Segreteria didattica, Albo on-line

Con la nota n. 5571 del 29 marzo 2018, il MIUR ha confermato le istruzioni degli anni precedenti per l’adozione dei libri di testo nelle scuole, già emesse con la nota 2581 del 9 aprile 2014. Pertanto, si rammentano qui di seguito gli aspetti essenziali della procedura in oggetto.

Il D.M. n. 781 del 27 settembre 2013 ha definito “le caratteristiche tecniche e tecnologiche dei libri di testo” e i tetti di spesa per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, precisando in particolare quanto segue:

1) Possono essere adottati solo libri in versione digitale o mista (cartaceo+digitale).

2) È abolito dall’anno scolastico 2014-2015 il vincolo temporale  di adozione dei testi scolastici (6 anni nella scuola superiore). Pertanto, nelle scuole secondarie di secondo grado è sempre possibile adottare nuovi testi per le classi prime e per le classi terze, che vanno poi comunque mantenuti per scorrimento.

3) Nel valutare le proposte, si tengano presenti i seguenti indicatori: essenzialità, economicità, peso, organicità, chiarezza nell’esposizione, corretta impostazione nella trattazione degli argomenti, adeguatezza rispetto alle reali capacità di comprensione degli allievi, idoneità a promuovere un metodo di studio autonomo, coerenza con il piano di studio individuale e con il piano dell’offerta formativa.

4) Dovranno essere rispettati i seguenti tetti di spesa:

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

€ 320,00

€ 223,00

€ 320,00

€ 288,00

€ 310,00

Il collegio dei docenti può motivare l’eventuale superamento del tetto di spesa, consentito entro il limite massimo del 10%.

Nel caso molto particolare in cui tutti i testi di una classe siano stati adottati per la prima volta dall’anno scolastico 2014-2015, debbono calcolarsi le seguenti riduzioni dei tetti di spesa: del 10% se i testi sono realizzati nella versione mista accompagnata da contenuti digitali integrativi; del 30% se i testi sono realizzati  nella versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi.

5) I testi consigliati possono essere indicati solo se hanno carattere monografico o di approfondimento delle discipline di riferimento. Solo i testi obbligatori (e non i consigliati) concorrono alla determinazione del tetto di spesa. I libri di testo non possono rientrare fra i testi consigliati. L’eventuale adozione di singoli contenuti digitali integrativi ovvero la loro adozione in forma disgiunta dal libro di testo rientra nella casistica dei testi consigliati.

6) Le proposte di adozioni, preparate nelle discussioni dei dipartimenti e dei consigli di classe, saranno deliberate dal collegio dei docenti nella seconda decade di maggio. La delibera del collegio dei docenti è soggetta a controllo della regolarità amministrativa e contabile, limitatamente al rispetto del tetto di spesa, ai sensi dell’art. 11 del decreto legislativo n. 123/2011.

7) Le scuole possono adottare libri di testo ovvero strumenti alternativi, coerenti con il piano dell’offerta formativa, con l’ordinamento scolastico e con il limite del tetto di spesa; le scuole possono anche elaborare direttamente materiale didattico digitale.

La procedura delle adozioni, in osservanza della normativa sulla dematerializzazione, si svolgerà utilizzando l’apposita funzione del Registro Elettronico, sulla quale fornirà istruzioni e assistenza Massimo Bellina, che proporrà inoltre un incontro di formazione sulla procedura. In segreteria didattica, fare riferimento alla Sig.ra Caterina Modi. È possibile consultare i dati editoriali sul catalogo on-line dell’Associazione Italiana Editori (www.adozioniaie.it); si tenga presente, tuttavia, che la procedura del Registro integra la consultazione dello stesso catalogo AIE.

I docenti coordinatori di classe eserciteranno il dovuto controllo sul tetto del prezzo complessivo e, in caso di superamento, proporranno in sede di consiglio la soluzione opportuna. Il controllo dei costi può essere svolto agevolmente attraverso il Registro, al termine dell’inserimento dei libri da parte di tutti i docenti del consiglio.

I docenti supplenti e quelli che non hanno lo stato di titolarità, nonché i docenti titolari che hanno presentato domanda di pensionamento o di trasferimento, sono pregati di non proporre cambiamenti.

Nel corso delle sedute di dipartimento i docenti dovranno deliberare la scelta dei libri per le classi 2018-2019 non esistenti nel corrente anno scolastico: 2H, 5G, 5H e 5I. I coordinatori di dipartimento riporteranno le scelte alla Sig.ra Modi.

La procedura richiede di porre la massima attenzione, allo scopo di evitare errori: la nota MIUR richiede “ai dirigenti scolastici di esercitare la necessaria vigilanza affinché le adozioni dei libri di testo di tutte la discipline siano deliberate nel rispetto dei vincoli normativi”, precisando inoltre “che non è consentito modificare, ad anno scolastico iniziato, le scelte adozionali deliberate nel mese di maggio”. Si raccomanda quindi a tutti i docenti il rispetto puntuale della procedura, nonché delle date di scadenza.

Si ringrazia per la consueta collaborazione.

 

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
f.to Prof.ssa Lidia Cangemi (*)

(*) Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ex art. 3, comma 2, del D. Lgs. n. 39/1993