The Changeover

Tratto dal romanzo The changeover: a supernatural romance di Margaret Mahy, The Changeover è un film per giovani adulti, “un viaggio alla ricerca di sé stessi e di cose nuove” come lo ha definito uno dei due registi, Stuart McKenzie, che ci proietta in una dimensione in bilico tra realtà e magia.

La protagonista del racconto si chiama Laura Chant (Lolly) ed è una sensitiva; è infatti capace di premonire ciò che sta per accadere e di leggere più in profondità le sensazioni che prova. All’inizio del film la vediamo ancora non del tutto consapevole del suo potere, lei stessa pensa sia solo all’interno della sua testa: la vera presa di coscienza di questa condizione avverrà solo quando si troverà a confrontarsi con una realtà molto vicina alla sua. 
Tutto inizia quando il fratello minore Jacko viene marchiato da uno stregone, che così facendo prende il controllo della sua anima. Nonostante i numerosi tentativi di confronto con la madre riguardo le assillanti premonizioni che raffiguravano un imminente pericolo per il fratello, Laura non riesce ad uscire dal vortice di eventi in cui è stata catapultata. Lei e Jacko infatti, vengono costantemente seguiti e quasi manipolati dallo stregone, il cui intento è quello di trarre dai giovani l’energia per vivere in eterno. 
L’incontro con Sorensen, un giovane mago, e con le streghe facenti parte della sua famiglia, segna un punto di svolta all’interno del racconto. È proprio qui che Lolly prende coscienza del suo potere e che si scontra per la prima volta con della vera magia. I nuovi arrivati le comunicano che lei è la sola che potrà salvare il fratello, tuttavia dovrà andare incontro ad un irreversibile cambiamento, detto “transizione”, che la trasformerà da sensitiva a strega. 
Si susseguiranno così una serie di situazioni nelle quali oltre allo sviluppo della vicenda, si andrà consolidando il rapporto di amicizia fra Laura e Sorensen che toccherà il suo apice solo nella scena finale dando un’ulteriore aggiunta di souspance all’atmosfera già tesa quanto turbolenta che si va man mano delineando.

La cura messa nello sviluppo di questo film ci porta all’attenzione di alcuni particolari che  fanno capire più in profondità la condizione dei personaggi. Lo stesso paesaggio in cui è ambientata la storia riflette la psicologia della protagonista, in quanto il quartiere di Christchurch fu demolito anni addietro da un terremoto che scosse la Nuova Zelanda; proprio come il personaggio spezzato di Lolly, scosso e turbato da tutto ciò che le sta accadendo.

L’adolescenza stessa è raccontata dal personaggio di Laura, in relazione al rapporto con la madre, che non crede ai suoi racconti finché non si troverà dinanzi alla verità dei fatti, visibile solo nell’ultima parte del film.

The Changeover è dunque ciò che più si avvicina a un film per giovani adulti portando con sé quella ventata di thriller e magia che tanto appassiona i teenager di oggi e tanto adatta a tutti quegli adolescenti che stanno vivendo dei cambiamenti all’interno della loro vita.

Flavia Del Prete (5E)